Mercati in Musica 2019

MERCATI IN MUSICA
XI edizione
PROGRAMMA
Martedì 30 Luglio 2019 – ore 21.00
nel giardino di Villa Favard a Firenze


“Una serata di Tango”
con
Sandra Luna e Fabrizio Mocata
Nave a Rovezzano si sviluppò tra le pescaie di Rovezzano e quella di San Niccolò,
intorno al porticciolo da dove partiva il traghetto detto La Nave e che fino al 1979
trasportava persone e merci attraverso l’Arno. Fra le costruzioni importanti nella zona
va citato il Mulino di Rovezzano e le Gualchiere che ci ricordano la dipendenza di
questo borgo dall’economia legata alla presenza del fiume; un luogo quindi di
insediamenti produttivi, floridi commerci e mercati.
Il Tango
Il tango non è soltanto un genere musicale e un ballo, ma anche una poetica,
un’interpretazione musicale, uno stile di vita e un linguaggio corporeo fra partners;
originario di Argentina e Uruguay, ai primordi era un’espressione popolare e artistica
comprendente musica, danza, testo e canzone.
Il tango nasce alla fine del 1800 e si sviluppa fino ai primi anni venti del secolo passato,
affermandosi come musica e danza popolare; in questo periodo è un ibrido di altre
specie popolari come il candombe, la milonga, il tango andaluzo, la habanera ed è
circoscritto ai gruppi marginali delle città di Buenos Aires e Montevideo. Per questo
motivo viene rifiutato dalle classi medie e alte e solo nel 1910, periodo di successo
internazionale, il tango verrà accettato per poter poi divenire una moda nei grandi
saloni delle capitali europee. La musica del tango ha sempre continuato ad evolversi,
negli anni sessanta del novecento nel Tango Nuevo (iniziato da Astor Piazzolla) e, negli
ultimi anni, nel tango elettronico.
Il tango è un ballo caratterizzato da eleganza e passionalità ed è costruito nel momento
stesso del ballo, attraverso l’improvvisazione e la comunicazione tra i ballerini nonchè
nella gestione dello spazio a disposizione.
Musiche di:
A. Piazzolla, F. Mocata, A. Troilo, E. Blazquez,
A. Stampone e V. Esposito

Inaugurazione del
Nuovo Mercato delle Pulci:

“Oggi Musica!”

Oggi fare musica per strada è complicato e gli artisti di stada o busker sono
molto più rari di un tempo, quando non vi erano radio o televisione e gli
spettacoli di strada costituivano un’attrattiva importante.
Si conoscono casi di artisti affermati che in varie occasioni hanno deciso di
improvvisarsi artisti di strada, talvolta camuffandosi per non farsi riconoscere
come: Lucio Dalla, Sting, Bon Jovi, Bruce Springsteen e, famoso, fu il caso
del violinista Joshua Bell che suonò, con un violino Stradivari, nella
metropolitana di Washington (guadagnò 23 dollari!).

L’ Associazione ARTE E MERCATI vuole partecipare con uno spettacolo
musicale “da strada” all’inaugurazione delle nuove strutture di piazza Pietro
Annigoni con un duo di musicisti che, per scelta, amano fare musica in luoghi
meno convenzionali dei teatri. In questo caso è il nuovo spazio coperto del
Nuovo Mercato delle Pulci, un po’ strada un po’ piazza e la musica è quella
travolgente proveniente dall’Europa centro-orientale.
L’interessante programma spazierà dalla musica classica a quella
tradizionale attraverso sonorità e stili musicali differenti grazie alla grande
abilità degli esecutori: Vassilica Stingaciu e Vasile Bracau.
I due artisti, di origine rumena, si esibiscono da anni in molteplici occasioni:
da eventi privati a celebrazioni anche con gruppi differenti o da solisti.
Entrambi gli artisti hanno iniziato giovanissimi lo studio della musica
specializzandosi in folclore tradizionale balcanico, e musica classica
(Stingaciu si diploma in violino con il massimo dei voti al Conservatorio
Statale “Dinu Lipatti” di Bucarest). Entrambi sono amanti del jazz manouche,
quello stile musicale melodico cadenzato in cui trovano la massima
espressione gli strumenti a corda, tipico delle band tzigane. Questo genere
musicale trae la sua origine dall’irripetibile esperienza artistica del chitarrista
Django Reinhardt, che ne è considerato l’ideatore e il suo massimo
esponente: egli ha reso possibile l’unione tra l’antica tradizione musicale
zingara del ceppo de Manouches e il jazz americano.
Importante, ad esempio, per Stingaciu la collaborazione con Moni Ovadia e il
gruppo Gypsy Rithms per la realizzazione dell’album “Drom Lacho” e per gli
gli importanti spettacoli che Ovadia ha ideato e proposto in molteplici ed
importanti teatri italiani.

“Ascoltare l’inesorabile scorrere del loro sopraffacente ritmo musicale, essere
avvolti dalla ricchezza del loro stile ritmico e perdersi in rapidi e sorprendenti
struggimenti non è solo un’esperienza estetica unica, ma anche
un’opportunità preziosa di viaggiare attraverso la cultura di un popolo che fa
della musica un’espressione assoluta, di un viaggio sul senso della vita, della
libertà come valore non negoziabile e dell’esilio come patria degli uomini
senza confini” Moni Ovadia

*****
domenica 20 ottobre ore 21.00
Loggia del Porcellino
“Ondine di Ginevra.
Banda giovanile”
diretta dal M° Francesco Grassini


Nel 1891 alcuni genitori crearono un’associazione incaricata di gestire un gruppo di
una trentina di giovani musicisti.
Rapidamente il gruppo si arricchì di nuovi elementi. Fu così che nacque l’Ondine di
Ginevra che adottò una divisa da marinaio per i suoi musicisti.
Oggi l’Ondine di Ginevra è un’accademia musicale che offre un’ottima formazione
musicale ai suoi 110 allievi, dai 4 ai 25 anni. Gli allievi hanno un approccio alla musica
d’insieme fin dall’inizio della loro formazione, teorica e pratica. Si esibiscono in
pubblico e partecipano ad audizioni che permettono loro di acquisire esperienza e che
favoriscono la loro integrazione presente o futura nell’ambito musicale delle loro scelte.
L’Ondine di Ginevra, con il suo insieme di fiati e percussioni, partecipa a concerti,
sfilate e rappresentazioni pubbliche sia in Svizzera che all’estero. In particolare ha
avuto il privilegio di esibirsi negli USA, in Giappone e in diversi Paesi europei.
Francesco Grassini, nato a Siena, dove ha iniziato i suoi studi di trombone presso il
Conservatorio, si è poi perfezionato presso la Scuola Superiore di Musica di Ginevra in
un master in didattica e direzione d’orchestra. Curioso di espandere i suoi metodi
pedagogici, segue la formazione post-laurea presso l’Istituto Jacques Dalcroze di
Ginevra.
La sua carriera di trombonista di alto livello lo porta a collaborare, tra gli altri, con
l’Orchestra della Svizzera Romanda, la Sinfonietta di Losanna e l’Ensemble
Contrechamps de Genève. Professore di trombone in varie istituzioni è chiamato a
prendere la direzione delle scuole di musica di Lyre Oak Bougeries e dal 2015 della
banda giovanile Ondine di Ginevra.
Dal 2005 al 2014 ha diretto l’Armonia di Sergy, poi quella di Chêne-Bougeries. Nel
2011 ha collaborato alla creazione dell’ Orchestra del Paese di Gex di cui è direttore e
dal settembre 2015 collabora con la Concordia di Friburgo,ocorpo musicale ufficiale
della città di Friburgo che ha vinto la medaglia d’argento alla Festa di musica a
Montreux conclamandosi così come una delle migliori orchestre di fiati della
Svizzera.ordia celebra così il suo secondo posto nella classifica delle migliori orchestre di fiati della
Svizzera nella categoria eccellenza, ottenendo il punteggio più alto nella sua storia.
Musica da film, da cartoons e da luoghi lontani

Il Salotto Musicale tra Granducato & Regno d’Italia (III edizione)

Il Salotto Musicale tra Granducato & Regno d’Italia (III edizione)

Con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana
ed il Quartiere 2 del Comune di Firenze

IL SALOTTO MUSICALE TRA GRANDUCATO E REGNO D’ITALIA

(III edizione)

Con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana

e grazie al Quartiere 2 del Comune di Firenze

VILLA ARRIVABENE
Piazza Leon Battista Alberti,1

Firenze

Venerdì 17 maggio 2019

Un interessante viaggio musicale nella musica “da salotoocon un programma che
propone un’intersezione dei carateri distintivi della musica otocentesca italiana e
europea, la trascrizione popolare ed il virtuosismo strumentale ed i grandi eventi che
hanno caraterizzato la storia del Granducato di Toscana e l’ Europa nella metà del XIX
secolo.

PROGRAMMA

ore 19,30 – Visita guidata alle sale monumentali di Villa Arrivabene
ore 20,15 – Saluti istituzionali e
“Leonardo da Vinci nell’arte di Giuliano Ghelli” a cura di Simone Teschioni

ore 21.00 – Concerto

MUSICHE DI: Gioachino Rossini (1792 – 1868), Frédéric Chopin (1810 –
1849), Francisco Tárrega (1852 – 1909), Saverio Mercadante (1795 – 1870

“E nelle ville echi di grandi cambiamenti”
In quasi tute le ville si possedeva un pianoforte, o un’arpa o una più modesta spineta, oppure si
suonava uno strumento di origine molto antica che stava conoscendo un periodo di grande
diffusione popolare la chitarra.
Questo pratico e nobile strumento fu la delizia di grandi e famosi appassionati come il Re Sole,
Niccolò Paganini e un protagonista assoluto del nostro Risorgimento come Giuseppe Mazzini che,
si faceva spedire da amici e confratelli le riduzioni per chitarra delle sue arie d’opera preferite fra le
quali prediligeva quelle del grande Rossini. Naturalmente la chitarra si prestava perfetamente a
suonare anche insieme ad altri strumenti solistici fra i quali il fauto, poiché tale strumento poteva
ormai contare uno notevole repertorio di opere di tuti i maggiori compositori del tempo.

Appunti storico-musicali a cura di Luca Summer
Olivia Gigli fauto traverso e Mikhail Pazi chitarra

Programma:

Rossini – Gazza ladra (Ouverture)

Rossini – Ecco ridente il cielo
 

  • Vieni tra queste braccia
  • Una voce poco fa

Chopin – Variazioni su un tema di Rossini
Mercadante – Se un istante

  • Arie variate (flauto solo)
    Tarrega – Capriccio arabo (chitarra sola)

OLIVIA GIGLI – Dopo il diploma presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e l’
esperienza presso l’Accademia per professori d’orchestra del Teatro alla Scala, si diploma presso l’Accademia Internazionale del flauto di Imola e si perfeziona presso l’Académie Internationale
d’Eté de Nice (France). Consegue il biennio specialistico in flauto presso il conservatorio “L. Cherubini” con 110 e lode. Ha al suo attivo numerose collaborazioni in ambito orchestrale tra
cui: Orchestra del Teatro alla Scala, Filarmonica della Scala, Maggio Musicale Fiorentino,
Orchestra del Festival Pucciniano, Orchestra Sinfonica di Savona, Orchestra Giovanile Italiana e
molte altre. Ha suonato sotto la direzione di importanti direttori quali D. Baremboim, G. Dudamel,
D. Harding,D. Gatti, D. Oren, e molti altri ed ha ricoperto il ruolo di primo flauto dell’Orchestra
1813 presso il Teatro Sociale di Como – As.Li.Co. Ha collaborato inoltre con note formazioni
cameristiche per diverse associazioni ed attualmente è membro del quartetto di flauti “Venere” e
docente di flauto e musica di insieme presso il Liceo Musicale “Petrarca” di Arezzo.

MIKHAIL PAZI – Nasce a San Pietroburgo (Russia) e qui intraprende lo studio della chitarra
classica, nel 2003 si trasferisce in Italia dove continua i suoi studi e dove si diploma con il massimo
dei voti e lode presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno.Nel 2014 consegue il diploma
del Biennio di Didattica dello strumento musicale presso il Conservatorio “L. Cherubini” di
Firenze, anche quello cum laude e si è distinto in numerosi concorsi nazionali e internazionali .
Dal 2010 al 2013 Mikhail ha guidato le attività di musica di insieme e orchestra di chitarre per i
giovani chitarristi nell’ambito del Festival Internazionale “Chitarrae” a Bivigliano (FI) ed è stato
ospite al Festival Les Internationales de la Guitare a Montpellier. E’ stato membro del quartetto di
chitarre “24 Corde Ensemble”, che nel 2008 ha ottenuto il “Premio Monte dei Paschi di Siena” per
il miglior gruppo da camera al Corso di Chitarra tenuto all’Accademia Musicale Chigiana dal M°
Oscar Ghiglia”. Attualmente è docente di chitarra presso Scuola Media ad Indirizzo Musicale “L.
Pirandello” di Firenze.
LUCA SUMMER si è diplomato nel 1987 in pianoforte presso il Conservatorio Luigi Cherubini
di Firenze e laureato in Storia della Musica presso la Facoltà di Lettere del capoluogo toscano nel
1992. Ha svolto corsi di Storia della Musica per varie associazioni culturali e ha tenuto conferenze e
scritto note di sala di concerti per importanti istituzioni, quali il Teatro del Maggio. Ha al suo attivo
alcune pubblicazioni, soprattutto relative al periodo fra ‘800 e ‘900.
Giornalista pubblicista, ha collaborato con il Giornale della Toscana dal 1998 al 2012 come critico
musicale ed attualmente scrive sulla rivista on line Pensa libero.
Da oltre vent’anni è docente di Lettere presso la scuola secondaria di primo grado.
Associazione ARTE & MERCATI

L’Associazione (senza scopo di lucro) è attiva dal 2009 ed ha organizzato più di ottanta
concerti di genere musicale differente all’interno della rassegna “MERCATI IN MUSICA” che
si svolge annualmente all’ interno delle manifestazioni per Estate Fiorentina. Ha organizzato per
quattro anni le passeggiate musicali all’ interno della rassegna “MUSICA IN SAN LORENZO”

nelle strade e piazze a Firenze ed altri concerti all’ interno e sul sagrato della Basilica in collabora-
zione con il Centro Commerciale Naturale San Lorenzo.

Dal 2012 al 2016, oltre alle annuali edizioni di “Mercati in Musica” in occasione del Capodanno

Fiorentino, ha organizzato degli importanti ed originale Concerti presso la Basilica della SS. An-
nunziata, (in favore di A.T.T. Associazione Tumori Toscana) in collaborazione con CORO ED OR-
CHESTRA DESIDERIO DA SETTIGNANO, CORO DELL’ UNIVERSITA’ DI FIRENZE, OR-
CHESTRA DEL CONSERVATORIO CHERUBINI DI FIRENZE e con la partecipazione straordi-
naria di personalità del mondo della cultura e della musica.

Nel 2017 ha organizzato “Mercati in Musica IX edizione” ed ha ha ottenuto dal MAGGIO MUSI-
CALE FIORENTINO, l’uso del Marchio MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE

FIORENTINO ensemble nato sotto la guida di Luigi Cozzolino, Direttore Artistico e Vicepresi-
dente di ARTE E MERCATI. Con questo ensemble, composto dai Maestri dell’ Orchestra del

Maggio specializzati in musica antica, è stato organizzato, presso la sede di Palazzo del Gonfalone

il Concerto “Il salotto musicale tra Granducato e Regno d’Italia” all’ interno delle celebrazio-
ni dell’ indipendenza della Toscana promosse dal Consiglio Regionale della Toscana. Alla fine del

2017 ha organizzato la serie dei quattro concerti “DAI LUOGHI DEI SIGNORI DEL MUGEL-
LO -Musica cibo e buone maniere”

su un progetto originale di musica e teatro che ha visto coinvolti i Comuni di Barberino del Mugello

e di Scarperia/San Piero a Sieve e con il Patrocinio di Città Metropolitana di Firenze e Regione To-
scana. Il progetto è stato realizzato grazie al finanziamento della Camera di Commercio di

Firenze ed ha visto la partecipazione straordinaria dell’ attore Alesssandro Riccio e l’esecuzione
musicale di MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO.
Sempre con MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO nel 2018, oltre
alla Rassegna “Mercati in Musica X edizione”, ha organizzato, presso Palazzo Bastogi a Firenze,

due Concerti dedicati alla “Celebrazione dell’ Indipendenza Toscana” e del “Capodanno Fio-
rentino” e nel dicembre ha organizzato il CONCERTO DI NATALE in collaborazione con la

Galleria di Palazzo COVERI e con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana
e del Comune di Firenze.
Nel 2019 presso l’ Oratorio del Ceppo a Firenze ha organizzato il raffinato concerto-conferenza

“Musiche ai tempi di Antonio Veracini- fiorentino” in occasione delle celebrazione per il Capo-
danno toscano indette dalla Regione Toscana.

Capodanno Fiorentino all’Oratorio del Ceppo

Capodanno Fiorentino all’Oratorio del Ceppo

25 Marzo 2019 – ore 20.15
ORATORIO DI SAN NICCOLO’ DEL CEPPO
Via de’ Pandolfini, 3
Firenze
”CAPODANNO ALL’ ORATORIO DEL CEPPO”
Musiche ai tempi di Antonio Veracini forentino (1659(733)
Concerto dedicato a Antonio Veracini maestro all’ Oratorio del Ceppo, con introduzione
storico artistica, descrizione dei luoghi e degli strumenti musicali a cura di Luigi
Cozzolino. Le partiture musicali sono fedeli trascrizioni di esemplari originali manoscriti
o di edizioni a stampa d’epoca.
con

MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

La piccola chiesa in Via de’ Pandolfni appartiene ancora oggi alla Compagnia di San
Niccolò del Ceppo, istituita nel Trecento, e deve il suo nome all’uso di metere le oferte
atraverso una feritoia in un aceppo» di albero cavo. La compagnia si trasferì nell’atuale
sede, appositamente realizzata, solo nel 1561. All’ interno del complesso vengono
custodite importanti opere pitoriche fra cui, all’interno della chiesa, lo stupefacente
soffito afrescato nel 1daȬ da Pietro Anderlini con una spetacolare quadratura
architetonica. Di recente riaperta al pubblico dopo 22 anni di restauri, essa é uno
scrigno che conserva non solo tesori artistici ma anche una lunga storia di preghiera e
di carità, stretamente legata alle vicende di Firenze e ai suoi personaggi, alcuni anche
famosi, come i compositori Luigi Cherubini e Antonio Veracini.
Dalla lapide che ancora possiamo vedere, sappiamo che la famiglia Veracini aveva la
dimora di famiglia in Via Palazzuolo a0; alcuni esponenti della famiglia sono tutora
sepolti nella Chiesa di Ognissanti, a conferma della fama e della stima di cui la famiglia
godeva.
Antonio Veracini (1659-1daa) intraprese gli studi musicali col padre Francesco e grazie a
costui, noto musicista alla corte medicea, entrò nel 1682 al servizio della Granduchessa
Vitoria e vi rimase fno alla morte di questa nel 169Ȭ. Egli ricevete commissioni di musica
sacra da molte chiese forentine ed anche da parte della compagnia di S. Niccolò del
Ceppo. Parallelamente insegnava nella scuola fondata e direta dal padre alla cui morte,
nel 1d08, succedete come diretore. Fu celebrato virtuoso del violino ed insegnante del
celebre nipote Francesco Maria, insieme al quale tenne numerosi concerti di grande
successo.


Tela conservata al Museo dell’Accademia di Firenze di Anton Domenico Gabbiani, raffigurante i musici del Gran
Principe nel 1685; il penultimo violinista a destra è Antonio Veracini, mentre l’ultimo è il padre Francesco.
I componenti del MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO possiedono
una lunga esperienza nel campo della Musica Antica, avendo collaborato con i
gruppi più noti del setore fra i quali citiamo Europa Galante, I Barocchisti, Homme Armè,
Accademia degli Astrusi, Auser Musici, Il Rossignolo, Nova Ars Cantandi, Accademia degli
Invaghiti, Ricercare Ensemble, L’Eloquenza. Fra le case discografche per cui hanno inciso:
Brilliant, Naxos, Bongiovanni, Dynamic, Tactus, Virgin Classics.
Luigi Cozzolino – Dopo il diploma di violino vince concorsi presso il Teatro “La Fenice” di
Venezia, il Teatro Regio di Torino e il Maggio Musicale Fiorentino, dove suona dal 19d9.
La profonda conoscenza dell’armonia e della Storia della Musica, lo ha portato a frmare
diverse revisioni, trascrizioni di brani famosi e le note di sala di numerosi concerti in Italia
e all’estero.

Scarica il Programma di Sala cliccando qua —> programma di sala

Concerto di Natale

Concerto di Natale

Con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito della“Festa della Toscana 2018” e del Comune di Firenze per la promozione e valorizzazione delle attività economiche storiche e tradizionali.

 

 

Concerto di Natale presso la Galleria del Palazzo Coveri


Lungarno Guicciardini, 19 Firenze

 

con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito della“Festa della Toscana 2018”

 

 

Lunedì 17 Dicembre 2018 ore 19,00

“Riflessi di cultura e civiltà”

Innovazione, Musica e Costumi al tempo di Francesco Stefano e Pietro Leopoldo I Granduchi di Toscana

 

 

Musica Antiqua

del Maggio Musicale Fiorentino

Luigi Cozzolino e Anna Noferini violini/Giacomo Benedetti cembalo

 

Musiche di: Rameau, Campion, Nardini, Mozart, Boccherini.

 

 

ingresso libero con prenotazione obbligatoria

R.V.S.P. dalle ore 10,00 alle 14,00 Giovanni 3713553669

“L’accesso sarà consentito nei limiti dei posti previsti ai sensi della normativa in materia di sicurezza”

 

ideazione e organizzazione: Associazione Culturale “Arte e Mercati”

www.artemercati.it               Arte & Mercati

per vedere la locandina clicca qua –>Locandina

per il programma di sala clicca qua –>Programma musicale

per i cenni storici clicca qua –>cenni storici

Oro, musica, mercanti & Alla fiera dell’est

Oro, musica, mercanti & Alla fiera dell’est

Clicca qua per vedere il programma di sala del 6 ottobre

30 Settembre – 6 Ottobre 2018

Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

Via Folco Portinari, 5R – Firenze

Oro, Musica e Mercanti

 “Il sodalizio tra Ermes e Apollo”

30 Settembre ore 21:00

Musica Antiqua Maggio Musicale Fiorentino

“Alla fiera dell’Est”

6 Ottobre ore 21:00

Duo “Le Noir”

                                                                                        programma 6 ottobre

Rassegna realizzata in collaborazione con Confesercenti

L’Associazione “Arte & Mercati” è lieta di presentare, in occasione della propria partecipazione all’interno della programmazione dell’Estate Fiorentina 2018, i due concerti che compongono la rassegna “Oro, Musica e Mercanti”, dedicata al legame che da sempre ha visto protagoniste l’arte e la finanza. Un rapporto che ha permesso di creare grazie al mecenatismo, vere e proprie scuole di pensiero, consentendo lo sviluppo delle arti, come la musica, la letteratura e la pittura.

Nel primo concerto della rassegna, intitolato “Il sodalizio tra Ermes e Apollo” in programma il 30 settembre alle ore 21:00, i musicisti del gruppo MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO eseguiranno in concerto tra i brani dedicati all’argomento del titolo si segnalano in particolare la sonata Tausend Gulden (Mille Fiorini) di Antonio Bertali, la Sonata a Tre in sol minore di Tomaso Albinoni, proveniente da una famiglia di commercianti di carta, e il sorprendente “La Bourse” di George Philipp Telemann, datato 1720, di cui verrà eseguita una selezione. Come curiosità legata alla scelta del brano, lo stesso Telemann cita con grande senso dell’umorismo, la grave crisi economica che si ebbe in quell’anno, causata principalmente dallo scandalo internazionale della famosa “Bolla del Mississipi”, in cui finirono in rovina migliaia di incauti e sfortunati investitori. La scelta del titolo del concerto del 30 settembre, prende ispirazione in parte dal mito del Dio Ermes, a cui si attribuisce l’invenzione della Lira a 9 corde, ricavata da un guscio di tartaruga e in seguito donata ad Apollo, Dio del Sole, della Bellezza e delle Arti, il quale a sua volta la dona ad Orfeo, capostipite di tutti i musici. Il MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO sarà composto in questa occasione da Luigi Cozzolino e Anna Noferini al violino, Michele Tazzari al violoncello, Gianluca Lastraioli alla tiorba e alla chitarra barocca e da Chiara Cattani al clavicembalo.

Programma:

Claudio Monteverdi – Chiome d’oro per 2 violini e continuo dal VII Libro (1619)

 

Tarquinio Merula – Canzon detta La Treccia dal III Libro (1637)

 

Andrea Falconieri –  La Diamantina a 3 dal I Libro (1650) – Passacalle

 

Antonio Bertali – Sonata Taüsend Gülden a 3 (ante 1669)

 

Arcangelo Corelli – Ciaccona op. II n°12 (1685)

 

Tomaso Albinoni – Sonata a 3 Op. I n°4 in sol minore (1694)

 

Henry Purcell Sonata IX in four parts “Golden Sonata” (1697)

 

Georg Philipp Telemann – da La Bourse (1720) riduzione di Luigi Cozzolino – Ouverture

 

Le répos interrompu

 

L’esperance du Mississipi

 

Antonio Vivaldi – La Follia (1703)

 

Il secondo concerto della rassegna “Oro, Musica e Mercanti”, intitolato “Alla fiera dell’Est – Musica e strumenti nell’era della globalizzazione” in programma il 6 ottobre alle ore 21:00, vede invece come protagonista l’interpretazione degli scambi e del valore della moneta in tempi moderni. La chiave di lettura è offerta dal dinamico duo “Le Noir”, composto da Valentina Pecchioni alla voce e pianoforte e da Simona Liguori al violino, che attraverso l’esecuzione di cover di Mina, Mattia Bazar, Branduardi, Conte e Mango, insieme ad una selezione di brani inediti, ripercorreranno le idee e le trasformazioni economiche, trasposte in ottica musicale e artistica. “Le Noir” sono un progetto editoriale/musicale molto coeso e unico nel suo genere. Un duo di ragazze nato da un’idea di Tania Montelpare ed Elisabetta Agonigi che è anche protagonista di un fumetto intitolato “SUITE N.6”edito da ERASMO con disegni di Laura Tedeschi, distribuito nelle librerie Feltrinelli di tutta Italia. Nel vestire un look Streampunk/Manga, le ragazze uniscono musicalità moderne ad incursioni classiche, descrivendo nei testi dei loro inediti, realtà attuali con parole semplici e una teatralità quasi cabarettistica.

I concerti sono ad ingresso gratuito. L’accesso all’Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze è consentito nei limiti dei posti previsti ai sensi della normativa in materia di sicurezza. Per entrambi gli eventi è consigliato prenotarsi al numero 371/3553669 chiamando o mandando un messaggio dalle ore 10:00 alle ore 14:00.

I concerti della rassegna “Oro, Musica e Mercanti”  organizzati dall’Associazione “Arte & Mercati” in programma il 30 Settembre e il 6 Ottobre 2018, alle ore 21:00 saranno introdotti da un approfondimento storico sull’evoluzione del commercio e della storia della moneta, nel suo passaggio da mezzo di pagamento cartaceo a strumento sempre più elettronico, fino al recente sviluppo del Bitcoin, a cura di Cesare Grifoni.

L’Associazione culturale “Arte & Mercati” si presenta come una realtà presente da molto tempo nel panorama musicale fiorentino con iniziative culturali che dal 2009 hanno lo scopo di promuovere l’arte e la cultura attraverso l’organizzazione di festival, rassegne, concerti ed eventi nelle principali location e mercati storici della città di Firenze. Già dal 2012 l’Associazione ha organizzato importanti ed originali concerti in occasione della festa dell’Annunciazione coincidente con l’inizio dell’anno fiorentino, presso la Basilica della SS. Annunziata, in collaborazione con le realtà del CORO ED ORCHESTRA DESIDERIO DA SETTIGNANO, con il CORO DELL’UNIVERSITA’ DÌ FIRENZE e l’ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO CHERUBINI di Firenze, arricchite dalla partecipazione straordinaria di personalità e rappresentanti del mondo della cultura.

Nel 2017 con l’ensemble del MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO guidato da Luigi Cozzolino, Direttore Artistico e Vicepresidente di “Arte & Mercati”, ensemble specializzato in musica antica è stato organizzato presso la sede del Palazzo del Gonfalone, il concerto “Il salotto musicale tra Granducato e Regno d’Italia”, tenutosi in occasione delle celebrazioni dell’ indipendenza della Toscana, promosse dal Consiglio Regionale della Toscana.

Alla fine del 2017 l’Associazione “Arte & Mercati” ha organizzato la serie dei quattro concerti intitolata “DAI LUOGHI DEI SIGNORI DEL MUGELLO -Musica cibo e buone maniere” nata da un progetto originale di musica e teatro, che ha visto coinvolti i Comuni di Barberino del Mugello, di Scarperia – San Piero a Sieve, vantando il Patrocinio di Città Metropolitana di Firenze e della Regione Toscana e la partecipazione straordinaria dell’ attore Alesssandro Riccio.

Nel 2018 presso Palazzo Bastogi a Firenze, l’Associazione “Arte & Mercati” ha organizzato due Concerti dedicati alla “Celebrazione dell’ Indipendenza Toscana” e del “Capodanno Fiorentino” con la compartecipazione del Consiglio della Regione Toscana.

Ufficio Stampa “Arte & Mercati” 2018

Simone Teschioni

Cell. 346.5191159

simone.teschioni@gmail.com

ufficiostampa@artemercati.it