Rassegna stampa – Capodanno all’oratorio del Ceppo

Rassegna stampa – Capodanno all’oratorio del Ceppo

Lunedì 25 Marzo 2019

Oratorio di San Niccolò del Ceppo

Via de’Pandolfini 3 – Firenze

 

Elenco attività:

 

La presente rassegna stampa è composta dalle varie segnalazioni, articoli e notizie, relative all’evento “Capodanno all’Oratorio del Ceppo”, realizzato dall’Associazione “Arte & Mercati” ed eseguito in data 25 marzo 2019 presso l’Oratorio di San Niccolò del Ceppo, situato in via de’Pandolfini 3 a Firenze, grazie alla compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito delle celebrazioni del “Capodanno Toscano”.

 

Quotidiani:

Corriere Fiorentino

 

Emittenti Radiofoniche:

Radio Toscana

NovaRadio

Rete Toscana Classica

 

Web press:

Repubblica.it

Confesercenti.fi.it

Consiglio.regione.toscana.it

FirenzeToday.it

Portalegiovani.comune.fi.it

TempoliberoToscana.it

Go Go Firenze.it

AgenziaImPress.it

FirenzeTurismo.it

Firenzenotte.it

 

 

Circa le emittenti radiofoniche, per Radio Toscana è stata registrata un’intervista al Presidente dell’ Associazione “Arte & Mercati”, Cristina Burla, andata in onda in data sia sabato 23/03/2019, che il giorno del concerto lunedì 26/03/2019. Nell’intervista è stato illustrato dal Presidente dell’Associazione, il programma dell’evento musicale e la scelta della location dell’
Oratorio del Ceppo, recentemente restaurato grazie ad un lavoro complessivo durato 22 anni. Un’ulteriore intervista al Presidente Cristina Burla, è andata in onda sulle frequenze di NovaRadio lunedì 25/03/2019, registrata precedentemente in data 22/03/2019. Per Rete Toscana Classica è stata data notizia dell’evento tenutosi in occasioni delle celebrazioni del Capodanno Toscano e del Capodanno Fiorentino, all’interno dei rispettivi notiziari andati in onda il giorno del concerto, sia alle ore 10:30 che alle ore 15:00.

 

L’associazione “Arte & Mercati” attraverso questa rassegna stampa, è stata lieta di presentare in occasione delle celebrazioni della quarta edizione del Capodanno Toscano, il concerto dedicato al musicista Antonio Veracini,  maestro all’ Oratorio del Ceppo. L’evento organizzato con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito delle celebrazioni del Capodanno Fiorentino, è stato introdotto da una breve premessa storico artistica a cura di Luigi Cozzolino.  Le partiture musicali selezionate e presenti all’interno del programma, sono frutto di fedeli trascrizioni di esemplari originali manoscritti o di edizioni a stampa d’epoca.

La location dell’Oratorio del Ceppo situata in via de’ Pandolfini, nel quartiere di Santa Croce, si presenta al pubblico dopo il recente restauro durato ben 22 anni come un luogo suggestivo, un vero e proprio gioiello nel cuore di Firenze, che nella sua storia ha vissuto l’alternarsi di meravigliose celebrazioni e tragedie, dai grandi concerti eseguiti dai più importanti musicisti fiorentini, fino agli ingenti danni causati dall’Alluvione del 1966.

La piccola chiesa appartenente ancora oggi all’omonima compagnia di San Niccolò del Ceppo, istituita a Firenze nel 1300 deve il suo nome all’usanza di raccogliere le offerte attraverso una fessura situata proprio in un “ceppo” di un albero. Il luogo dove si è tenuto il concerto eseguito dai musicisti del gruppo “Musica Antiqua del Maggio Musicale Fiorentino” si può identificare come la sede all’interno della quale la compagnia si trasferì intorno al 1561.  Nel complesso religioso possiamo trovare custodite importanti opere pittoriche fra cui, all’interno della chiesa, lo stupefacente soffitto affrescato nel 1734 da Pietro Anderlini con una spettacolare quadratura architettonica volta a raddoppiare il volume dell’ambiente. Non solo luogo d’arte ma anche luogo di preghiera e di carità fortemente legato alle vicende di Firenze e ai suoi personaggi come i compositori Luigi Cherubini e Antonio Veracini.

 

È proprio sulla figura del musicista Antonio Veracini che si è incentrato il progetto artistico nell’omaggio musicale realizzato per il Capodanno Toscano 2019. Antonio Veracini (1659-1733)  intraprese gli studi musicali col padre Francesco, noto musicista alla corte medicea, grazie al quale entrò nel 1682 al servizio della Granduchessa Vittoria e vi rimase fino alla morte di questa nel 1694.  Veracini ricevette commissioni di musica sacra da molte chiese fiorentine tra le quali anche la compagnia di S. Niccolò del Ceppo. Parallelamente all’esercizio della musica, Antonio Veracini ebbe il privilegio di insegnare nella scuola fondata e diretta dal padre alla cui morte, nel 1708, succedette come direttore. Fu celebrato virtuoso del violino ed insegnante del celebre nipote Francesco Maria, insieme al quale tenne numerosi concerti di grande successo.

 

 

PROGRAMMA

 

 

Introduzione storico-musicale a cura di Luigi Cozzolino

 

G.B. Vitali                 Sonata a 3 Op. II n°9 in la min.                           1667

 

  1. Stradella Sinfonia per violino e basso in Re magg. 1680 ca.

 

  1. Sanmartini Sinfonia a 3 Op.II n°3 in mi min. 1688

 

  1. Veracini Sonata a 3 in Fa magg. Op.I n°6 1692

 

  1. Corelli La Follia (versione a 3) 1700

 

 

Musica Antiqua del Maggio Musicale Fiorentino

 

Luigi Cozzolino  violino / Anna Noferini    violino

Michele Tazzari violoncello / Giacomo Benedetti  cembalo

 

La struttura stessa del progetto ha avuto la necessità di svilupparsi tramite la collaborazione con persone altamente specializzate nel settore della Musica Antica.  Il Musica Antiqua del Maggio Musicale Fiorentino ha eseguito nel corso della serata musiche selezionate da Luigi Cozzolino, frutto di una ricerca che dura da molti anni.  Tutti i brani del programma, scelti tra l’enorme mole di capolavori di compositori noti e meno noti, sono tutti tratti da preziosi esemplari giacenti presso Archivi Storici di Biblioteche Musicali, Conservatori, Istituti di cultura e Enti situati in Italia e all’estero.  Le partiture necessitano spesso di una trascrizione in caratteri moderni e della preparazione delle singole parti per gli strumenti utilizzati richiedendo perciò un lungo e difficile lavoro affine al restauro di antichi manufatti che richiede grande precisione, competenze specifiche e professionalità.

Puoi scaricare la rassegna stampa completa cliccando qua sotto!

Rassegna Stampa – Capodanno all’Oratorio del Ceppo

Capodanno Fiorentino all’Oratorio del Ceppo

Capodanno Fiorentino all’Oratorio del Ceppo

25 Marzo 2019 – ore 20.15
ORATORIO DI SAN NICCOLO’ DEL CEPPO
Via de’ Pandolfini, 3
Firenze
”CAPODANNO ALL’ ORATORIO DEL CEPPO”
Musiche ai tempi di Antonio Veracini forentino (1659(733)
Concerto dedicato a Antonio Veracini maestro all’ Oratorio del Ceppo, con introduzione
storico artistica, descrizione dei luoghi e degli strumenti musicali a cura di Luigi
Cozzolino. Le partiture musicali sono fedeli trascrizioni di esemplari originali manoscriti
o di edizioni a stampa d’epoca.
con

MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

La piccola chiesa in Via de’ Pandolfni appartiene ancora oggi alla Compagnia di San
Niccolò del Ceppo, istituita nel Trecento, e deve il suo nome all’uso di metere le oferte
atraverso una feritoia in un aceppo» di albero cavo. La compagnia si trasferì nell’atuale
sede, appositamente realizzata, solo nel 1561. All’ interno del complesso vengono
custodite importanti opere pitoriche fra cui, all’interno della chiesa, lo stupefacente
soffito afrescato nel 1daȬ da Pietro Anderlini con una spetacolare quadratura
architetonica. Di recente riaperta al pubblico dopo 22 anni di restauri, essa é uno
scrigno che conserva non solo tesori artistici ma anche una lunga storia di preghiera e
di carità, stretamente legata alle vicende di Firenze e ai suoi personaggi, alcuni anche
famosi, come i compositori Luigi Cherubini e Antonio Veracini.
Dalla lapide che ancora possiamo vedere, sappiamo che la famiglia Veracini aveva la
dimora di famiglia in Via Palazzuolo a0; alcuni esponenti della famiglia sono tutora
sepolti nella Chiesa di Ognissanti, a conferma della fama e della stima di cui la famiglia
godeva.
Antonio Veracini (1659-1daa) intraprese gli studi musicali col padre Francesco e grazie a
costui, noto musicista alla corte medicea, entrò nel 1682 al servizio della Granduchessa
Vitoria e vi rimase fno alla morte di questa nel 169Ȭ. Egli ricevete commissioni di musica
sacra da molte chiese forentine ed anche da parte della compagnia di S. Niccolò del
Ceppo. Parallelamente insegnava nella scuola fondata e direta dal padre alla cui morte,
nel 1d08, succedete come diretore. Fu celebrato virtuoso del violino ed insegnante del
celebre nipote Francesco Maria, insieme al quale tenne numerosi concerti di grande
successo.


Tela conservata al Museo dell’Accademia di Firenze di Anton Domenico Gabbiani, raffigurante i musici del Gran
Principe nel 1685; il penultimo violinista a destra è Antonio Veracini, mentre l’ultimo è il padre Francesco.
I componenti del MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO possiedono
una lunga esperienza nel campo della Musica Antica, avendo collaborato con i
gruppi più noti del setore fra i quali citiamo Europa Galante, I Barocchisti, Homme Armè,
Accademia degli Astrusi, Auser Musici, Il Rossignolo, Nova Ars Cantandi, Accademia degli
Invaghiti, Ricercare Ensemble, L’Eloquenza. Fra le case discografche per cui hanno inciso:
Brilliant, Naxos, Bongiovanni, Dynamic, Tactus, Virgin Classics.
Luigi Cozzolino – Dopo il diploma di violino vince concorsi presso il Teatro “La Fenice” di
Venezia, il Teatro Regio di Torino e il Maggio Musicale Fiorentino, dove suona dal 19d9.
La profonda conoscenza dell’armonia e della Storia della Musica, lo ha portato a frmare
diverse revisioni, trascrizioni di brani famosi e le note di sala di numerosi concerti in Italia
e all’estero.

Scarica il Programma di Sala cliccando qua —> programma di sala

Rassegna Stampa Concerto di Natale @Enrico Coveri Maison

“Concerto di Natale”

“Riflessi di cultura e civiltà”

Innovazione, musica e costumi dal tempo dei Granduchi di Toscana

 

 

Lunedì 17 Dicembre 2018

Galleria del Palazzo Enrico Coveri

Lungarno Guicciardini, 19 – Firenze

 

Elenco attività:

 

La presente rassegna stampa è composta dalle varie segnalazioni, articoli e notizie, relative all’evento “Concerto di Natale – Riflessi di cultura e civiltà. Innovazione, musica e costumi dal tempo dei Granduchi di Toscana”, realizzato dall’Associazione “Arte & Mercati” ed eseguito in data 17 dicembre 2018 presso la Galleria del Palazzo Enrico Coveri, situata in Lungarno Guicciardini n.19 a Firenze, grazie alla compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito della “Festa della Toscana 2018” e del Comune di Firenze per la promozione e la valorizzazione delle attività economiche, storiche e tradizionali.

 

 

Emittenti Radiofoniche:

Radio Toscana

Controradio

NovaRadio

Rete Toscana Classica

 

Web press:

Repubblica.it

Confesercenti.fi.it

LeVentoNews.com

FirenzeToday.it

Portalegiovani.comune.fi.it

Met.cittàmetropolitana.fi.it

Go Go Firenze.it

AgenziaImPress.it

Nove.Firenze.it

 

 

 

Circa le emittenti radiofoniche, per Radio Toscana è stata registrata un’intervista al Presidente dell’ Associazione “Arte & Mercati”, Cristina Burla, in data 13/12/2018 ed andata in onda in data sia  sabato 15/12/2018, che il giorno del concerto lunedì 17/12/2018. Nell’intervista è stato illustrato dal Presidente dell’Associazione, il programma dell’evento musicale e la scelta della location della Galleria di Palazzo Enrico Coveri, volutamente ricercata per sposare a pieno il corpus e lo stile del concerto, legato nello specifico all’innovazione nel campo non solo della musica, ma anche alla moda nel tempo. Per l’emittente Controradio è stata registrata un’intervista sempre in data 13/12/2018, andata in diretta nella trasmissione delle 19:15 dello stesso giorno. L’ultima delle tre interviste realizzate dal Presidente Cristina Burla, è andata invece in onda sulle frequenze di NovaRadio lunedì 17/12/2018. Per Rete Toscana Classica è stata data notizia dell’evento tenutosi presso la Galleria di Palazzo Enrico Coveri, all’interno dei rispettivi notiziari andati in onda il giorno del concerto, sia alle ore 10:30 che alle ore 15:00.

 

Il “Concerto di Natale – Riflessi di cultura e civiltà. Innovazione, musica e costumi dal tempo dei Granduchi di Toscana” organizzato dall’Associazione “Arte & Mercati” ed eseguito dai musicisti del gruppo “Musica Antiqua del Maggio Musicale Fiorentino”  ha permesso di rappresentare insieme musiche ed ambienti dal 1741 al 1770, ognuna con un preciso collegamento alla Corte Granducale toscana, che nel XVIII secolo fu oggetto di molteplici riforme guidate da una lungimiranza e una modernità stupefacenti per l’epoca, tanto da incarnare lo stesso Granduca l’ideale del sovrano illuminato. L’intelligenza e la sagacia di Pietro Leopoldo, la cui formazione era ispirata fortemente agli Illuministi francesi, è peraltro dimostrata, oltre che dai contatti con i più insigni intellettuali e uomini di stato e di cultura dei suoi tempi, come Mirabeau e Benjamin Franklin, anche dalla caratura dei collaboratori di cui si servì per imprimere alla Toscana questa svolta epocale. Fra questi si segnalano in campo amministrativo ed economico Sallustio Bandini, Giulio Rucellai, Pompeo Neri, Francesco Maria Gianni e Angelo Tavanti. In campo religioso il vescovo di Pistoia Scipione de’ Ricci, mentre in campo culturale si circondò di artisti internazionali e locali, fra i quali è doveroso ricordare i musicisti Charles-Antoine Campion, Pietro Nardini, che nel 1770 accolse a Firenze il giovanissimo Mozart durante il suo tour italiano, Giuseppe Cambini, Christian Joseph Lidarti e Luigi Boccherini.

 

 

I musicisti del MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO nella formazione composta da Luigi Cozzolino al Violino, Anna Noferini al Violino e Giacomo Benedetti al Cembalo, hanno eseguito in concerto brani e musiche dell’ epoca del primo Granducato, scelte appositamente per questo concerto e trascritte direttamente da manoscritti originali, per questa formazione. Nell’esecuzione del concerto sono stati utilizzati strumenti originali, insieme a copie fedeli dell’’epoca. Ogni  brano musicale è stato introdotto con notizie e curiosità riferite sia al periodo storico a cui appartengono gli strumenti, che all’epoca degli autori, in un ampio contesto che abbraccia tutta la Toscana e la sua importante storia musicale.

 

PROGRAMMA

 

Jean Philippe Rameau (1683 – 1764)         Cinquieme Concert en trio               1741

                                                                       La Forqueray – La Cupis – La Marais

 

 

Charles Antoine Campion (1720 – 1788)    Triosonata Op. II n° 1 in Re magg.  1758

                                                                        Andante – Fuga, Allegro – Allegretto

 

 

Pietro Nardini (1722 – 1793)                       Triosonata VI                                    1765

                                                                        Allegro – Andante – Allegro

 

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)   Sonata da Chiesa in Re KV 69       1772

                                                                          Allegro

 

 

Luigi Boccherini (1743 – 1805)                     Trio in do minore Op.VII n° 1        1770

                                                                    Allegro – Andante – Allegro

 

Il “Concerto di Natale – Riflessi di cultura e civiltà. Innovazione, musica e costumi dal tempo dei Granduchi di Toscana” tenutosi presso la Galleria del Palazzo Enrico Coveri, ha registrato tra il pubblico il tutto esaurito, grazie anche all’efficiente sistema di prenotazione promosso attraverso le interviste in radio e la diffusione del comunicato stampa attraverso i principali siti web e quotidiani online.

Riviste web

LaRepubblica.it

https://firenze.repubblica.it/tempo-libero/articoli/cultura/2018/12/17/news/giorno_e_notte_da_lunedi_17_a_domenica_23_dicembre-214180876/

Confesercenti.it

 

http://www.confesercenti.fi.it/news/arte-mercati-concerto-Natale

 

LeVentoNews.com

https://leventonews.com/2018/12/13/in-programma-alla-maison-coveri-il-concerto-di-natale-promosso-dallassociazione-artemercati/

 

FirenzeToday.it

http://www.firenzetoday.it/eventi/concerto-di-natale-maison-coveri-17-dicembre-2018.html

 

Portalegiovani.comune.fi.it

https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/webzine_publish/musica_dettaglio.php?ID_REC=31324

 

Met.cittàmetropolitana.fi.it

http://met.cittametropolitana.fi.it/news.aspx?n=281868

 

GoGoFirenze.it

https://www.gogofirenze.it/concerto-di-natale-di-arte.html

 

AgenziaImPress.it

http://www.agenziaimpress.it/news/spettacoli/riflessi-cultura-civilta-concerto-natale-del-gruppo-musica-antiqua-nel-segno-pietro-leopoldo/

 

Nove.Firenze.it

https://www.nove.firenze.it/lunedi-17-dicembre-concerto-di-natale-alla-maison-enrico-coveri.htm

 

 

Concerto di Natale

Concerto di Natale

Con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito della“Festa della Toscana 2018” e del Comune di Firenze per la promozione e valorizzazione delle attività economiche storiche e tradizionali.

 

 

Concerto di Natale presso la Galleria del Palazzo Coveri


Lungarno Guicciardini, 19 Firenze

 

con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito della“Festa della Toscana 2018”

 

 

Lunedì 17 Dicembre 2018 ore 19,00

“Riflessi di cultura e civiltà”

Innovazione, Musica e Costumi al tempo di Francesco Stefano e Pietro Leopoldo I Granduchi di Toscana

 

 

Musica Antiqua

del Maggio Musicale Fiorentino

Luigi Cozzolino e Anna Noferini violini/Giacomo Benedetti cembalo

 

Musiche di: Rameau, Campion, Nardini, Mozart, Boccherini.

 

 

ingresso libero con prenotazione obbligatoria

R.V.S.P. dalle ore 10,00 alle 14,00 Giovanni 3713553669

“L’accesso sarà consentito nei limiti dei posti previsti ai sensi della normativa in materia di sicurezza”

 

ideazione e organizzazione: Associazione Culturale “Arte e Mercati”

www.artemercati.it               Arte & Mercati

per vedere la locandina clicca qua –>Locandina

per il programma di sala clicca qua –>Programma musicale

per i cenni storici clicca qua –>cenni storici