Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/artem441/public_html/wp-content/themes/Divi/includes/builder/functions.php on line 5536
Mercati in Musica 2020 – Musica Migrante | Arte e Mercati

MERCATI IN MUSICA
XII edizione – 2020

*****ATTENZIONE******

Evento annulato causa DPCM

 

PROGRAMMA

Questa edizione di MERCATI IN MUSICA si differenzia dalle precedenti (causa
norme “Coronavirus”) perché MIGRA nel vero senso della parola.
Una tipica carrozzella fiorentina conduce la musica attraverso la città ed attraverso
itinerari culturali differenti raggiungendo alcuni punti di aggregazione che restano al di
fuori dai luoghi classici per le programmazioni musicali.

“MUSICA MIGRANTE”

tra nostalgia e speranza

Si intende affrontare il tema della migrazione nel senso più esteso e non soltanto come
fenomeno sociale che definisce gli spostamenti di individui, per lo più in gruppo, da
un’area geografica a un’altra, determinando mutamenti delle condizioni ambientali,
demografiche, fisiologiche etc.
Lo spostamento di una popolazione verso aree diverse da quelle di origine e nelle quali
si stabilisce permanentemente (a differenza di quanto avviene nel nomadismo) è
dovuto a differenti e complesse cause e porta con sé valori e culture differenti.
La motivazione principale di questo progetto è quindi basata sulla volontà di
amalgamare storie, esperienze, estetica, etc. tale da definire un nuovo modo di
considerare la cultura di differenti popoli attraverso le molteplici ramificazioni delle
culture, delle connessioni che la storia ha creato, etc.
Attraverso la musica infatti possiamo facilmente afferrare il fenomeno delle
contaminazioni culturali, basti osservare le variazioni stilistiche apportate alla nostra
musica classica dalle contaminazioni venute ad esempio dall’est Europa in tempi
relativamente recenti o l’importanza che la musica europea hanno avuto nello sviluppo
di quella latino-americana, e via dicendo.
Il processo di contaminazione e fusione dei repertori musicali italiani di provenienza
regionale con la cultura di altri paesi, produsse innumerevoli documenti sonori
originalissimi tra genere operistico, canzoni, musica da ballo ed altre varietà
strumentali. Spesso i testi erano nei vari dialetti delle comunità, quindi si innescò un
processo di fusione e di commistione di stili e saperi che forniscono un interessante
spaccato di vita.

MUSICA DAL CALESSE

(nel 1939 Odoardo Spadaro cantava)

“Oggi la carrozza può sembrare un curioso avanzo dell’antichità.
Tutti voglion correre e volare, amano soltanto la velocità. ……………
Come è delizioso andar sulla carrozzella, sulla carrozzella ………….

Il cavallo sa come deve andar…..

Correre non va, bella è la città, e poi non c’è fretta.

E come è delizioso andar sulla carrozzella, sulla carrozzella………”

Itinerari musicali, arte, storia e curiosità

I Vetturini a Firenze sono i Fiaccherai (dal francese fiacre=carrozza di piazza) un
tempo assai numerosi, ma, dopo l’ avvento dei taxi moderni, sono pochissimi, una
decina. Un mestiere storico molto difficile, infatti, non si può essere Fiaccheraio se non
si ama questo lavoro ed il proprio cavallo. Inoltre i Fiaccherai fiorentini sono dei
profondi conoscitori della città, delle strade e degli itinerari più misteriosi e per ottenere
la “Licenza da Vetturino Comunale” devono sostenere alcuni esami e controlli continui
sia ai veicoli che agli animali.
Come immaginare Firenze senza i suoi Fiaccherai? E senza i suoi Commercianti? E
senza la sua Musica?
Così nasce l’idea di “MUSICA IN CALESSE”.
Alcuni esercenti fiorentini si sono resi partecipi di questa iniziativa e gli itinerari
effettuati dal calesse “musicale” toccheranno alcune realtà commerciali e luoghi cari e
storici della città.
Gli itinerari prescelti coinvolgeranno alcune strade e piazze del Centro Storico della
città con due diversi percorsi con il comune inizio in Piazza Santa Maria Novella per
arrivare a Piazza Duomo, cuore della città.
Gli itinerari individuati da Confesercenti coinvolgono aree prevalentemente pedonali
con una spiccata predisposizione al commercio e significative per l’importanza storica e
artistica. Da Santa Maria Novella alla Loggia del Porcellino, a piazza della Signoria
fino all’ Arco di San Pierino e Via delle Oche, piazza San Lorenzo, il Mercato Centrale
e le vivaci strade intorno, Borgo San Lorenzo e Piazza Duomo.

LA MUSICA

Come non eseguire “La porti un bacione a Firenze” un brano una storia di
emigrazione comune a tanti fiorentini costretti a partire in cerca di una vita migliore,
ma con Firenze sempre nel cuore dove anche solo un bacio mandato da lontano
riaccende la speranza di poter tornare. E poi molte altre canzoni da ogni parte del
mondo: “Michaela” (canzone ebraica) che narra la storia di una donna e del suo sogno,
di una speranza per una vita differente e poi musiche latine e da altri luoghi tutte

intrise di nostalgia e speranza.

Con

LUANA PRIMAVERA

(voce e chitarra)

MODESTINO MUSICO

(fisarmonica)

Una poliedrica cantante, un fisarmonicista ed una esperta in tradizioni ed arte
fiorentina intratterranno il pubblico con canti e suoni dal sapore di terre e culture
lontane e del più tradizionale e curioso repertorio musicale fiorentino.
Ad ogni sosta verranno illustrati brevemente la storia e egli eventi che hanno
caratterizzato i luoghi, così come le varie attività mercantili che hanno sempre
caratterizzato Firenze mentre una fisarmonica accennerà a brani famosi a volte gioiosi a
volte nostalgici, a volte carichi di speranza come sempre sono le musiche che
accompagnano i migranti di ogni paese.
Alcuni esercenti fiorentini si sono resi partecipi a questa iniziativa e gli itinerari
prescelti toccheranno alcune realtà commerciali care alla città di Firenze. Attività
singole o agglomerati commerciali che caratterizzano il centro storico saranno i padroni
di casa offrendo ospitalità a questa “Musica Migrante” nel chiaro intento di coinvolgere
un pubblico di fiorentini e turisti alla riscoperta di attività tradizionali antiche ma anche
nuove e provenienti da altri paesi e continenti.

LUANA PRIMAVERA é un’ artista di strada con assegnazione biennale di
autorizzazione “libero esercizio” rilasciata dal Comune di Firenze. Luana, dopo aver
ultimato il ciclo di studi scolastici, seguendo la sua passione per la musica, partecipa a
numerosi seminari dell’ “Accademia della Canzone” di San Remo e corsi di
perfezionato, anche per lo studio della chitarra. Fianalista e vincitrice di ben due
edizioni del Concorso “Musica e Parole” di Firenze (sezione inediti) e di altri concorsi
ha vinto anche il “Festival Canoro” di Milano nel 1999, il premio Brambilla e molti
altri premi ottenendo numerosi riconoscimenti. Nel 2016 viene scelta come unica
donna a suonare la chitarra in occasione della realizzazione dello spettacolo “Mare di
Mezzo” ideato dal liutaio cortonese Giulio Carlo Vecchini che realizza questo
strumento con il legno derivante dai barconi naufragati a largo di Lampedusa.
Nella sua lunga carriera di musicista Ha vinto numerosi premi e ricevuto
riconoscimenti come nel 2017 quando viene selezionata a partecipare alla trasmissione
televisiva “The winner is” in onda su canale 5, condotta da Gerry Scotti Mara
Maionchi e Alfonso Signorini, oppure, quando, la sua esibizione è stata scelta come
sigla di apertura della trasmissione “blob” di rai 3. Ha scritto due pièce teatrali
“Firenze sogna Firenze” e “Ribollita di racconti” contenente aneddoti e curiosità sulla
Firenze medioevale e rinascimentale e canzoni della tradizione popolare fiorentina e
toscana.
Ha inciso il bel cd “Il vestito più bello” con la partecipazione di 16 noti musicisti in cui
canta in 7 lingue differenti e poi altre incisioni con raccolte di canzoni edite ed inedite
della tradizione fiorentina e poi altre con brani da lei stessa composti.
MODESTINO MUSICO é nato a Leonberg nel 1971 e subito ha iniziato lo studio
della fisarmonica a Renningen con il Prof. Heiz Öttinger fino al 1982.
Si perfeziona con alcuni dei più famosi fisarmonicisti italiani ed ultima i suoi studi
presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze con il Prof. Ivano Battiston.
Frequenta anche alcuni Corsi di perfezionamento a Salisburgo (Motzarteum), Firenze e
Trossingen completano la sua formazione artistica.
E’ vincitore di diversi concorsi internazionali di musica da camera come solista e con
l’ensemble “Rojo Porteño” come il Concorso Internazionale “Guido Monaco” di
Arezzo, il Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale Città di Magliano Sabina, il VI
Concorso Nazionale di Musica da Camera Gesualdo da Venosa ”.
Partecipa a molteplici Tour in Europa, USA e Canada; nel 2008/2009 partecipa al Tour
italiano, nello spettacolo teatrale “Concha Bonita” con musiche di Nicola Piovani,
tenutosi nei più importanti teatri italiani.
Nel 2011 partecipa al tour europeo con il gruppo teatrale “Camillo Cromo” mentre, in
10 anni tiene oltre 1000 concerti con il progetto di World music “Baro Drom Orkestar”.
Sono già stati pubblicati 5 CD con brani anche con brani originali di musiche jazz,
tango nuevo e world musik che lo vedono impegnato, con la sua fisarmonica, in generi
musicali assai differenti.