MERCATI IN MUSICA
XI edizione
PROGRAMMA
Martedì 30 Luglio 2019 – ore 21.00
nel giardino di Villa Favard a Firenze


“Una serata di Tango”
con
Sandra Luna e Fabrizio Mocata
Nave a Rovezzano si sviluppò tra le pescaie di Rovezzano e quella di San Niccolò,
intorno al porticciolo da dove partiva il traghetto detto La Nave e che fino al 1979
trasportava persone e merci attraverso l’Arno. Fra le costruzioni importanti nella zona
va citato il Mulino di Rovezzano e le Gualchiere che ci ricordano la dipendenza di
questo borgo dall’economia legata alla presenza del fiume; un luogo quindi di
insediamenti produttivi, floridi commerci e mercati.
Il Tango
Il tango non è soltanto un genere musicale e un ballo, ma anche una poetica,
un’interpretazione musicale, uno stile di vita e un linguaggio corporeo fra partners;
originario di Argentina e Uruguay, ai primordi era un’espressione popolare e artistica
comprendente musica, danza, testo e canzone.
Il tango nasce alla fine del 1800 e si sviluppa fino ai primi anni venti del secolo passato,
affermandosi come musica e danza popolare; in questo periodo è un ibrido di altre
specie popolari come il candombe, la milonga, il tango andaluzo, la habanera ed è
circoscritto ai gruppi marginali delle città di Buenos Aires e Montevideo. Per questo
motivo viene rifiutato dalle classi medie e alte e solo nel 1910, periodo di successo
internazionale, il tango verrà accettato per poter poi divenire una moda nei grandi
saloni delle capitali europee. La musica del tango ha sempre continuato ad evolversi,
negli anni sessanta del novecento nel Tango Nuevo (iniziato da Astor Piazzolla) e, negli
ultimi anni, nel tango elettronico.
Il tango è un ballo caratterizzato da eleganza e passionalità ed è costruito nel momento
stesso del ballo, attraverso l’improvvisazione e la comunicazione tra i ballerini nonchè
nella gestione dello spazio a disposizione.
Musiche di:
A. Piazzolla, F. Mocata, A. Troilo, E. Blazquez,
A. Stampone e V. Esposito

venerdì 27 settembre – ore 18.30
Nuovo Mercato delle Pulci
“Al Mercato:
oggi si canta!”
Corale Santa Cecilia
diretta dal M° Andrea Sardi

La Corale Santa Cecilia di Borgo San Lorenzo è un complesso vocale nato nel 1909
per volontà di Don Carlo Masciadri e fu diretto anche da Domenico Bartolucci fino al
1956, anno in cui fu chiamato a Roma a ricoprire la carica di Maestro Perpetuo della
Cappella Sistina e Compositore del Papa. Dal 2003 è diretta dal M° Andrea Sardi.
La Corale Santa Cecilia ha preso parte a numerosi concerti, festival, rassegne ed eventi
culturali affrontando un vasto repertorio che va dal gregoriano fino alla polifonia
moderna, dal canto popolare alle pagine più significative del patrimonio operistico
italiano.
Ha inciso per Music Valley e per EMI Virgin/Classic ed ha vinto numerosi premi. Cc
Dal 2013 la Corale realizza la stagione lirico-sinfonica all’interno dell’ottocentesco
Teatro “Giotto” di Borgo San Lorenzo (Firenze)

Andrea Sardi, si diploma al Conservatorio
“Giovanni Battista Martini” di Bologna nel
2003 in Composizione, e nel 2006 in Musica
corale e Direzione di Coro ed in
Strumentazione per Banda. Si perfeziona alla
Scuola Superiore per Direttori di Coro dal
2005 al 2007, seguendo le masterclass tenute
da illustri docenti e frequenta il Corso di Alto
Perfezionamento in Direzione D’Orchestra,
presso l’Accademia dei Concordi di Roma.
Attivo come Direttore di Coro dal 2003, ha diretto numerose formazioni e come
Direttore d’Orchestra ha diretto molteplici Orchestre affrontando prevalentemente il
repertorio sinfonico-corale. Attivo anche come compositore, è autore delle musiche
di La Spada nella roccia che ha vinto il primo premio nazionale PrIMO 2016 (Premio
Italiano Musical Originale): messo in scena dalla Compagnia delle Formiche per la
regìa di Andrea Cecchi.
Canzoni e Arie d’Opera
*****
domenica 20 ottobre ore 21.00
Loggia del Porcellino
“Ondine di Ginevra.
Banda giovanile”
diretta dal M° Francesco Grassini
Nel 1891 alcuni genitori crearono un’associazione incaricata di gestire un gruppo di
una trentina di giovani musicisti.
Rapidamente il gruppo si arricchì di nuovi elementi. Fu così che nacque l’Ondine di
Ginevra che adottò una divisa da marinaio per i suoi musicisti.
Oggi l’Ondine di Ginevra è un’accademia musicale che offre un’ottima formazione
musicale ai suoi 110 allievi, dai 4 ai 25 anni. Gli allievi hanno un approccio alla musica
d’insieme fin dall’inizio della loro formazione, teorica e pratica. Si esibiscono in
pubblico e partecipano ad audizioni che permettono loro di acquisire esperienza e che
favoriscono la loro integrazione presente o futura nell’ambito musicale delle loro scelte.
L’Ondine di Ginevra, con il suo insieme di fiati e percussioni, partecipa a concerti,
sfilate e rappresentazioni pubbliche sia in Svizzera che all’estero. In particolare ha
avuto il privilegio di esibirsi negli USA, in Giappone e in diversi Paesi europei.
Francesco Grassini, nato a Siena, dove ha iniziato i suoi studi di trombone presso il
Conservatorio, si è poi perfezionato presso la Scuola Superiore di Musica di Ginevra in
un master in didattica e direzione d’orchestra. Curioso di espandere i suoi metodi
pedagogici, segue la formazione post-laurea presso l’Istituto Jacques Dalcroze di
Ginevra.
La sua carriera di trombonista di alto livello lo porta a collaborare, tra gli altri, con
l’Orchestra della Svizzera Romanda, la Sinfonietta di Losanna e l’Ensemble
Contrechamps de Genève. Professore di trombone in varie istituzioni è chiamato a
prendere la direzione delle scuole di musica di Lyre Oak Bougeries e dal 2015 della
banda giovanile Ondine di Ginevra.
Dal 2005 al 2014 ha diretto l’Armonia di Sergy, poi quella di Chêne-Bougeries. Nel
2011 ha collaborato alla creazione dell’ Orchestra del Paese di Gex di cui è direttore e
dal settembre 2015 collabora con la Concordia di Friburgo,ocorpo musicale ufficiale
della città di Friburgo che ha vinto la medaglia d’argento alla Festa di musica a
Montreux conclamandosi così come una delle migliori orchestre di fiati della
Svizzera.ordia celebra così il suo secondo posto nella classifica delle migliori orchestre di fiati della
Svizzera nella categoria eccellenza, ottenendo il punteggio più alto nella sua storia.
Musica da film, da cartoons e da luoghi lontani