Con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana
ed il Quartiere 2 del Comune di Firenze

IL SALOTTO MUSICALE TRA GRANDUCATO E REGNO D’ITALIA

(III edizione)

Con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana

e grazie al Quartiere 2 del Comune di Firenze

VILLA ARRIVABENE
Piazza Leon Battista Alberti,1

Firenze

Venerdì 17 maggio 2019

Un interessante viaggio musicale nella musica “da salotoocon un programma che
propone un’intersezione dei carateri distintivi della musica otocentesca italiana e
europea, la trascrizione popolare ed il virtuosismo strumentale ed i grandi eventi che
hanno caraterizzato la storia del Granducato di Toscana e l’ Europa nella metà del XIX
secolo.

PROGRAMMA

ore 19,30 – Visita guidata alle sale monumentali di Villa Arrivabene
ore 20,15 – Saluti istituzionali e
“Leonardo da Vinci nell’arte di Giuliano Ghelli” a cura di Simone Teschioni

ore 21.00 – Concerto

MUSICHE DI: Gioachino Rossini (1792 – 1868), Frédéric Chopin (1810 –
1849), Francisco Tárrega (1852 – 1909), Saverio Mercadante (1795 – 1870

“E nelle ville echi di grandi cambiamenti”
In quasi tute le ville si possedeva un pianoforte, o un’arpa o una più modesta spineta, oppure si
suonava uno strumento di origine molto antica che stava conoscendo un periodo di grande
diffusione popolare la chitarra.
Questo pratico e nobile strumento fu la delizia di grandi e famosi appassionati come il Re Sole,
Niccolò Paganini e un protagonista assoluto del nostro Risorgimento come Giuseppe Mazzini che,
si faceva spedire da amici e confratelli le riduzioni per chitarra delle sue arie d’opera preferite fra le
quali prediligeva quelle del grande Rossini. Naturalmente la chitarra si prestava perfetamente a
suonare anche insieme ad altri strumenti solistici fra i quali il fauto, poiché tale strumento poteva
ormai contare uno notevole repertorio di opere di tuti i maggiori compositori del tempo.

Appunti storico-musicali a cura di Luca Summer
Olivia Gigli fauto traverso e Mikhail Pazi chitarra

Programma:

Rossini – Gazza ladra (Ouverture)

Rossini – Ecco ridente il cielo
 

  • Vieni tra queste braccia
  • Una voce poco fa

Chopin – Variazioni su un tema di Rossini
Mercadante – Se un istante

  • Arie variate (flauto solo)
    Tarrega – Capriccio arabo (chitarra sola)

OLIVIA GIGLI – Dopo il diploma presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e l’
esperienza presso l’Accademia per professori d’orchestra del Teatro alla Scala, si diploma presso l’Accademia Internazionale del flauto di Imola e si perfeziona presso l’Académie Internationale
d’Eté de Nice (France). Consegue il biennio specialistico in flauto presso il conservatorio “L. Cherubini” con 110 e lode. Ha al suo attivo numerose collaborazioni in ambito orchestrale tra
cui: Orchestra del Teatro alla Scala, Filarmonica della Scala, Maggio Musicale Fiorentino,
Orchestra del Festival Pucciniano, Orchestra Sinfonica di Savona, Orchestra Giovanile Italiana e
molte altre. Ha suonato sotto la direzione di importanti direttori quali D. Baremboim, G. Dudamel,
D. Harding,D. Gatti, D. Oren, e molti altri ed ha ricoperto il ruolo di primo flauto dell’Orchestra
1813 presso il Teatro Sociale di Como – As.Li.Co. Ha collaborato inoltre con note formazioni
cameristiche per diverse associazioni ed attualmente è membro del quartetto di flauti “Venere” e
docente di flauto e musica di insieme presso il Liceo Musicale “Petrarca” di Arezzo.

MIKHAIL PAZI – Nasce a San Pietroburgo (Russia) e qui intraprende lo studio della chitarra
classica, nel 2003 si trasferisce in Italia dove continua i suoi studi e dove si diploma con il massimo
dei voti e lode presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno.Nel 2014 consegue il diploma
del Biennio di Didattica dello strumento musicale presso il Conservatorio “L. Cherubini” di
Firenze, anche quello cum laude e si è distinto in numerosi concorsi nazionali e internazionali .
Dal 2010 al 2013 Mikhail ha guidato le attività di musica di insieme e orchestra di chitarre per i
giovani chitarristi nell’ambito del Festival Internazionale “Chitarrae” a Bivigliano (FI) ed è stato
ospite al Festival Les Internationales de la Guitare a Montpellier. E’ stato membro del quartetto di
chitarre “24 Corde Ensemble”, che nel 2008 ha ottenuto il “Premio Monte dei Paschi di Siena” per
il miglior gruppo da camera al Corso di Chitarra tenuto all’Accademia Musicale Chigiana dal M°
Oscar Ghiglia”. Attualmente è docente di chitarra presso Scuola Media ad Indirizzo Musicale “L.
Pirandello” di Firenze.
LUCA SUMMER si è diplomato nel 1987 in pianoforte presso il Conservatorio Luigi Cherubini
di Firenze e laureato in Storia della Musica presso la Facoltà di Lettere del capoluogo toscano nel
1992. Ha svolto corsi di Storia della Musica per varie associazioni culturali e ha tenuto conferenze e
scritto note di sala di concerti per importanti istituzioni, quali il Teatro del Maggio. Ha al suo attivo
alcune pubblicazioni, soprattutto relative al periodo fra ‘800 e ‘900.
Giornalista pubblicista, ha collaborato con il Giornale della Toscana dal 1998 al 2012 come critico
musicale ed attualmente scrive sulla rivista on line Pensa libero.
Da oltre vent’anni è docente di Lettere presso la scuola secondaria di primo grado.
Associazione ARTE & MERCATI

L’Associazione (senza scopo di lucro) è attiva dal 2009 ed ha organizzato più di ottanta
concerti di genere musicale differente all’interno della rassegna “MERCATI IN MUSICA” che
si svolge annualmente all’ interno delle manifestazioni per Estate Fiorentina. Ha organizzato per
quattro anni le passeggiate musicali all’ interno della rassegna “MUSICA IN SAN LORENZO”

nelle strade e piazze a Firenze ed altri concerti all’ interno e sul sagrato della Basilica in collabora-
zione con il Centro Commerciale Naturale San Lorenzo.

Dal 2012 al 2016, oltre alle annuali edizioni di “Mercati in Musica” in occasione del Capodanno

Fiorentino, ha organizzato degli importanti ed originale Concerti presso la Basilica della SS. An-
nunziata, (in favore di A.T.T. Associazione Tumori Toscana) in collaborazione con CORO ED OR-
CHESTRA DESIDERIO DA SETTIGNANO, CORO DELL’ UNIVERSITA’ DI FIRENZE, OR-
CHESTRA DEL CONSERVATORIO CHERUBINI DI FIRENZE e con la partecipazione straordi-
naria di personalità del mondo della cultura e della musica.

Nel 2017 ha organizzato “Mercati in Musica IX edizione” ed ha ha ottenuto dal MAGGIO MUSI-
CALE FIORENTINO, l’uso del Marchio MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE

FIORENTINO ensemble nato sotto la guida di Luigi Cozzolino, Direttore Artistico e Vicepresi-
dente di ARTE E MERCATI. Con questo ensemble, composto dai Maestri dell’ Orchestra del

Maggio specializzati in musica antica, è stato organizzato, presso la sede di Palazzo del Gonfalone

il Concerto “Il salotto musicale tra Granducato e Regno d’Italia” all’ interno delle celebrazio-
ni dell’ indipendenza della Toscana promosse dal Consiglio Regionale della Toscana. Alla fine del

2017 ha organizzato la serie dei quattro concerti “DAI LUOGHI DEI SIGNORI DEL MUGEL-
LO -Musica cibo e buone maniere”

su un progetto originale di musica e teatro che ha visto coinvolti i Comuni di Barberino del Mugello

e di Scarperia/San Piero a Sieve e con il Patrocinio di Città Metropolitana di Firenze e Regione To-
scana. Il progetto è stato realizzato grazie al finanziamento della Camera di Commercio di

Firenze ed ha visto la partecipazione straordinaria dell’ attore Alesssandro Riccio e l’esecuzione
musicale di MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO.
Sempre con MUSICA ANTIQUA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO nel 2018, oltre
alla Rassegna “Mercati in Musica X edizione”, ha organizzato, presso Palazzo Bastogi a Firenze,

due Concerti dedicati alla “Celebrazione dell’ Indipendenza Toscana” e del “Capodanno Fio-
rentino” e nel dicembre ha organizzato il CONCERTO DI NATALE in collaborazione con la

Galleria di Palazzo COVERI e con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana
e del Comune di Firenze.
Nel 2019 presso l’ Oratorio del Ceppo a Firenze ha organizzato il raffinato concerto-conferenza

“Musiche ai tempi di Antonio Veracini- fiorentino” in occasione delle celebrazione per il Capo-
danno toscano indette dalla Regione Toscana.